Wegpunkt-Suche: 
 
Normaler Geocache
Palmschoß - Rosa Alpina

 Semplice cache tradizionale per tutta la famiglia in un posto bellissimo con una notevole storia.

von florhelbxoc     Italien > nord-est > Bolzano-Bozen

N 46° 40.584' E 011° 42.636' (WGS84)

 andere Koordinatensysteme
 Größe: klein
Status: kann gesucht werden
 Zeitaufwand: 0:30 h   Strecke: 0.5 km
 Versteckt am: 03. Juni 2014
 Veröffentlicht am: 11. Dezember 2014
 Letzte Änderung: 11. Dezember 2014
 Listing: http://opencaching.de/OC118B3
Auch gelistet auf: geocaching.com 

3 gefunden
0 nicht gefunden
0 Bemerkungen
0 Beobachter
0 Ignorierer
29 Aufrufe
0 Logbilder
Geokrety-Verlauf

große Karte

   

Infrastruktur
Zeitlich
Saisonbedingt

Beschreibung    Deutsch  ·  English  ·  Italiano (Italienisch)

Il sogno di un Davos austriaco

È impossibile ignorare la splendida posizione del paese, ed il panorama sulle montagne è semplicemente meraviglioso. Quello che non si vede a prima vista e ciò che rende le attuali circostanze di fatto spiegabili è la lunga storia dell'edificio a cui questo cache è dedicato; sarà raccontata in breve qui di seguito.

Tutto iniziò intorno alla fine del penultimo secolo, quando l'Alto Adige ancora apparteneva alla monarchia austro-ungarica. La tubercolosi – allora endemica a causa delle diffuse condizioni di vita insalubri (soprattutto in termini di fornitura d’acqua potabile e servizi igienico-sanitari) – causava innumerevoli vittime in tutte le classi sociali. La penicillina non era ancora stata scoperta e non esisteva una cura efficace contro questa malattia infettiva. Quindi l'unica terapia consisteva in una dieta sana e ricca, accompagnata da bagni di sole all’aria fresca e ricca di ossigeno.

"... fino ad ora esiste una cosa che ci manca completamente, anche se i presupposti ci sono, come in altri paesi di montagna: una stazione climatica e solare ad alta quota aperta tutto l’anno nella nostra regione alpina", afferma la pubblicazione esplicativa per la costruzione di un sanatorio per le malattie polmonari a Plancios. "Il fatto che abbiamo chiaramente bisogno di un'istituzione del genere è sottolineato da migliaia di austriaci, che ogni anno visitano località montane estere; ma anche gli stranieri – ben 11.000 tedeschi hanno trascorso quasi mezzo milione di giorni di pensione a Davos nel 1912 ..., sarebbero certamente propensi a visitare una località austriaca ... "

Questa era la sfida austriaca contro il monopolio della località montane svizzere.

Tuttavia il sogno di una "Davos austriaca" scivolò nella "principale catastrofe europea del 20° secolo": la Prima Guerra Mondiale. Al fine di mantenerlo vivo, il progetto di pace è stato inizialmente ribattezzato “sede militare per vittime di guerra e soldati malati di tubercolosi”.

Una commissione speciale è stata inviata per determinare i periodi di sole in località idonee e per confrontarli con quelli di Davos in Svizzera. A Davos da novembre 1912 fino a marzo 1913 sono state rivelate circa 589 ore di sole - a Plancios invece, durante lo stesso periodo di tempo, si potevano misurare 798 ore di sole. Il vero asso nella manica è stato comunque il magnifico paesaggio di montagna, la vista panoramica sulle vette Odle di Eores e Funes nel sud-est , così come sui gruppi Adamello, Brenta e Ortles nel sud-ovest. L'ampio progetto inoltre ha beneficiato anche dal fatto che nello stesso tempo a Bressanone - con il leggendario sindaco Dr. Otto von Guggenberg - si discuteva l’idea di costruire una funivia per arrivare sulla Plose.

Il 12 novembre 1912 fu fondata l’"Associazione Popolare Tirolese per la lotta contro la tubercolosi in Tirolo e Vorarlberg" ("Tiroler Volksverein zur Bekämpfung der Tuberkulose in Tirol und Vorarlberg") per patrocinare il progetto su larga scala.

"Le classiche case di cura con il loro stile di vita ambivalente, l'intreccio di voglia di guarigione e fuga nella malattia - come meticolosamente osservato e trasferito a livello filosofico da Thomas Mann -, un’atmosfera da mondo perfetto e decadente stanchezza culturale, ghetti per moribondi e condannati alla morte, località estremamente eleganti con i loro riti e le loro cerimonie sociali, che hanno luogo nei salotti tra obbligatorie cure di riposo, passeggiate e intrattenimento serale - tutti questi fattori potrebbero trasformare un centro benessere e termale in un potenziale turistico di primaria importanza ".

Senza la Prima Guerra Mondiale, chissà, forse il romanzo di Thomas Mann "La montagna incantata" si sarebbe svolto a Plancios, e Franz Kafka avrebbe soggiornato qui piuttosto che a Merano - ma è andata diversamente.

Alla vigilia della firma del "cessate il fuoco" austriaco - o piuttosto della resa - (3 novembre 1918 - Villa Giusti), il governatore generale imperiale (Innsbruck) in un’ultima petizione al Ministero Imperiale di Vienna si impegnò per l'acquisizione di diverse aziende agricole al fine di rifornire il sanatorio con alimenti freschi (uova, latte e burro). Infatti i masi Pedaferer, Perkölber e Zulehen situati a Eores sono stati acquistati. Nei primi anni 1990 sono stati riacquistati dalle famiglie coloniche.

Dopo la separazione della parte meridionale del Tirolo e della sua annessione all’Italia, il terreno e gli unici due edifici mai costruiti sono stati rilevati dallo Stato. Negli anni successivi l'edificio principale è stato utilizzato soprattutto nei mesi estivi dall’Istituto di Patronato Pontificio come colonia di vacanza. Nel 1980 la proprietà - ora sotto tutela monumentale in Alto Adige - è stata devoluta alla regione, da cui gli attuali proprietari l’hanno potuta acquistare all'inizio degli anni 1990, creandone il presente edificio.

Sulla foto si può vedere quanto grande doveva essere il sanatorio, e ciò che è stato in realtà costruito e tuttora esistente.

Fonte: Eisenbahnlandschaft Alt-Tirolo ... Autore: Elisabeth Baumgartner - Biblioteca Dr. F. Tessmann traduzione in Italiano a cura della Plose Ski AG

Zusätzliche Wegpunkte   andere Koordinatensysteme

Parkplatz
N 46° 40.530'
E 011° 42.447'
Parkplatz neben Hotel RosAlpina - parcheggio vicino Hotel RosAlpina - parking area next Hotel RosAlpina
Info Die zusätzlichen Wegpunkte werden bei Auswahl des Caches auf der Karte angezeigt, sind in heruntergeladenen GPX-Dateien enthalten und werden an das GPS-Gerät gesendet.

Verschlüsselter Hinweis   Entschlüsseln

cvppuvb

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Bilder

Aferer Geislerspitzen
Aferer Geislerspitzen
Angenehme Rast und Einkehr auf der Schatzerhüte
Angenehme Rast und Einkehr auf der Schatzerhüte
Ehemalige Ferienkolonie des päpstl. Hilfswerkes
Ehemalige Ferienkolonie des päpstl. Hilfswerkes
Lageplan der geplanten Lungenheilstätte
Lageplan der geplanten Lungenheilstätte

Hilfreiches

Suche Caches im Umkreis: alle - suchbare - gleiche Cacheart
Download als Datei: GPX - LOC - KML - OV2 - OVL - TXT
Mit dem Herunterladen dieser Datei akzeptierst du unsere Nutzungsbedingungen und Datenlizenz.

Logeinträge für Palmschoß - Rosa Alpina    gefunden 3x nicht gefunden 0x Hinweis 0x

gefunden 06. September 2015 Floppys hat den Geocache gefunden

heute die Opencaching Seite durchforstet und gesehen das hier die Caches die wir letztes Jahr gefunden haben noch ungeloggt sind.

Schöne Grüsse dem Owner

Die Floppy's

gefunden 02. April 2015, 21:00 mopidick hat den Geocache gefunden

Der diesjährige Skiurlaub führte uns für eine Woche nach Südtirol auf die wunderschöne Rossalm. Neben dem Skifahren wollte ich, wenn es denn möglich war, die ein oder andere Dose am Rande der Skipisten besuchen. Hier wurden kurzerhand die Ski abgeschnallt und ein ordentliches Stück in Skischuhen bei prallem Sonnenschein gelaufen. Am Ziel angekommen musste ich mich ganz genau umsehen bis ich endlich das Döslein entdecken konnte. Ein wirklich tolles Versteck. Dank für den schönen Cache!

gefunden 24. August 2014 tonibx hat den Geocache gefunden

Heute im Rahmen des III Plose Event in Team gefunden. 
Schönes Event, nette Leute und herrliches Wetter! Super!!!

Da wurde etwas länger gesucht .
Sehr schönes Versteck!! Ein Favo-streifchen von mir.
[FTF]
Danke für die Organisation und das Verstecken.
Und schöne Grüße an alle! Auf bald wiedertreffen